Esche del Surfcasting: i cefalopodi

In questa pagina troverai tutte le descrizioni delle esche cefalopodi.

Calamaro

Nei mesi freddi il calamaro sicuramente è un ottima esca soprattutto per la spigola e il sarago specialmente con il mare mosso. E’ un esca molto attirante di notte perché in acqua diventa fluorescente aumentando la sua visibilità.
Ci sono diversi modi per innescarlo: si taglia una strisciolina e si utilizza l’ago per inserirla; si fa passare diverso volte l‘amo all’interno; un altro modo è la coda di rondine e basterà semplicemente dividere in due l’estremità della strisciolina all’altezza del uncino del amo, questo innesco è ottimo per la spigola. Consiglio Aberdeen dal 4 al 2 e di fissarlo all’ occorrenza col filo elastico.

Seppia

Valido lo stesso discorso del calamaro, sia per le proprietà che per l’innesco. Possiamo trovarla in pescheria facendo attenzione alla freschezza in modo che mantenga la sua capacità attirante. Viceversa surgelata può rendere meno. Piace molto a saraghi e a spigole. Da utilizzare con mare mosso.

Polpo

Anche il polpo può essere un esca da utilizzare per il surfcasting, innescando i tentacoli. Viene predato da saraghi, orate, spigole, praghi e pesci frugulatori. Utilizzare in fondali misti di sabbia e pietre. Usare Aberdeen o beack del 2 al 1/0 con flurocarbon dal 0.28 al 0.35 per possibili attacchi di gronghi e murene.

mail

Iscriviti alla Newsletter!

Ricevi gli articoli di SurfcastingBlog direttamente alla tua email!

Iscrizione avvenuta con successo!

Condivisioni
Share This