Bene, presento un menù che coincide con una sostanziosa battuta di pesca. Ipotizziamo di aver avuto fortuna allamando un polpo e di aver avuto bravura nell’insidiare una spigola e due orate. Presento come antipasto polpo e patate, come primo spaghetti con branzino e zucchine e per secondo orata con patate al forno.

ANTIPASTO: 1 polpo che corrisponda più o meno al peso delle patate utilizzate; sale, olio e prezzemolo a piacimento.
Innanzitutto dobbiamo pulire il polpo: aprire la sacca e svuotarla, togliere gli occhi, il dente e la pelle; sciaquare accuratamente per togliere ogni residuo di sabbia, fate attenzione soprattutto ai tentacoli. Successivamente riempire una pentola d’acqua, immergere il polpo intero e mettere sul fuoco. Per sapere se il polpo ha terminato la cottura sarà sufficiente infilzare la testa con una forchetta e se affonda con una certa facilità vuol dire che dobbiamo toglierlo dal fuoco. Una volta cotto va tagliato a pezzi non troppo piccoli. Intanto un’altra pentola avremo fatto bollire le patate comprese di buccia; quando saranno cotte vanno sbucciate e fatte a cubi non troppo grandi. Unire i due ingredienti, solo quando si saranno raffreddati, salare, oliare e ad aggiungere un po’ di prezzemolo tritato.

PRIMO: 400 gr di apsghetti, 2 zucchine, 75 ml di panna da cucina, 2 spicchi d’aglio, 1 spigola; sale, olio e prezzemolo a piacimento.
Sfilettare la spigola ottenendone se riuscite uno per parte, poi tagliare a pezzi e mettere a soffriggere con l’aglio ed olio. Dopo 5 minuti unire le zucchine che precedentemente avremo tagliato alla julienne e salare. Raggiunta la cottura di entrambi gli ingredienti aggiungere la panna da cucina e far addensare; allungare con un po’ d’acqua di cottura della pasta per non stringere troppo la salsa. Intanto avremo fatto bollire in abbondante acqua salata gli spaghetti che una volta cotti andremo a spadellare con il branzino e le zucchine. Servire molto caldo.

SECONDO: 2 orate, 300 gr di patate; sale, olio e prezzemolo a piacimento.
Innanzitutto va pulita l’orata: eliminare le lische che ricoprono la parte esterna del pesce; con una forbice tagliare la pancia partendo dal foro posto sulla stessa, arrivare fino alla testa e dividere le branchie permettendo una più facile pulitura; eliminare le interiora e lavare accuratamente la parte interna facendo attenzione alla lisca dorsale composta dalle vertebre che solitamente riporta un po’ di sangue. Successivamente pulire le patate e tagliare a fette piuttosto sottile ma non troppo. In un tegame da forno fare un letto di patate, salare, oliare, mettere prezzemolo tritato, adagiare le due orate ed aggiungere altro prezzemolo; fare un alro strato di patate sopra i pesci, salare ed oliare. Mettere in forno e lasciar cuocer tenendo come riferimento di cottura quella delle patate. Sevire caldo.

Non ho riportato il contorno in quanto il secondo piatto lo prevede. I piatti presentati sono abbastanza semplici nella preparazione anche se dovete far attenzione in primis alla cottura del polpo e delle patate evitando che diventino troppo molli e poi alla salsa con brazino, se si stringe troppo rimarrà troppo secca e difficile da unire ai spaghetti. Mi auguro che il menù sia di vostro gradimento, vi aspetto alla prossima settimana e ricordate che sono ben accetti spunti di qualsiasi tipo!