Oggi ti presento un menù grazie alla partecipazione di alcuni amici nonchè lettori di SurfcastingBlog. Per questo tris di piatti devo ringraziare Marco, Cristina e Gianna che rispettivamente mi hanno suggerito le seguenti portate: gateau di patate, cozze e vongole come antipasto; per primo fettuccine con funghi porcini e salmone; il secondo piatto consiste in cefali alla cacciatora. Ora spostiamoci ai fornelli.

ANTIPASTO

400 gr di patate, noce moscata, 300 gr tra cozze e vongole, burro, pangrattato; sale, pepe e prezzemolo a piacimento.
Lessiamo le patate in abbandante acqua. Successivamente pelarle, passiamole nello schiacciapatate e mettiamole in una terrina. Nel frattempo avremo pulito cozze e vongole: le prime vanno raschiate per elimnare la barbetta sotto acqua corrente; le seconde vanno lasciate in ammollo in abbandante acuqa salata, anche una notte intera per eliminare eventuali impurita, e successivamente risciaquate. Poi dobbiamo far aprire i nostri molluschi: possiamo mettere cozze e vongole in due padelle a fuoco vivo fino a che non si saranno aperte completamente (al solito consiglio di non aspettare oltre, al fine di evitare che si asciughino troppo). Una volta che avremo finito questo processo, uniamo nella terrina i tre ingredientti principali: cozze, vongole e patate; aggiungiamo sale, pepe, prezzemolo tritato e noce moscata a piacimento. Mescoliamo per bene al fine di ottenere un impasto omogeneo, poi versiamo il preparato in un tegame da forno livellandolo con un cucchiaio di legno. Ricopriamo completamente con il pangrattato e cospargiamo con fiocchetti di burro. Mettiamo in forno impostando il grill: aspettiamo che si sia dorata la parte superiore e la cottura sarà ultimata. Servire caldo.

PRIMO

400 gr di fettuccine, 200 gr di funghi porcini, 200 di salmone affumicato, 2 spicchi d’aglio; sale, olio e prezzemolo a piacimento.
Fate soffriggere l’aglio con olio e sale, aggiungete i funghi porcini e lasciate cuocere. Quando saranno quasi cotti aggiungiamo il salmone precedentemente tagliato a pezzetti. Lasciamo insaporire creando una salsetta ed aggiustiamo di sale; evitiamo di far ristringere il condimento magari aggiungendo un po’ d’acqua di cottura della pasta. Nel frattempo avremo fatto bollire le fettucine in abbondante acqua salata; una volta cotte ripassiamole direttamente in padella con la salsa. Servire caldo

SECONDO

2 cefali, finocchi, 2 spicchi d’aglio; olio, sale, pepe, rosmarino ed aceto a piacimento.
Pulite e lavate bene i pesci, metteteli poi in una teglia conditi con rosmarino, abbondante olio, un po’ d’aceto, aglio, sale e pepe; nella stessa teglia sistemateci anche i finocchi a quarti (che avrete precedentemente lessato leggermente in acqua salata). Coprite e lasciate cuocere 10 minuti per parte.

E’ tutto piuttosto semplice da preparare ma fai sempre attenzione alla pasta evitando che il condimento si asciughi e che risulti, come si dice, “secca” . La maggior parte del tempo la dovrai dedicare alla pulizia di cozze, vongole e cefali ma una volta fatto questo ti assicuro che sarà tutto molto veloce e semplice.
Ringrazio nuovamente Marco, Cristina e Gianna per i suggerimenti e concludo dicendo che qualsiasi proposta sarà ben accetta. Buon appetito!