Bentornato! Oggi ti presento un menù molto ricco che presenta piatti tradizionali e varianti per rendere la cucina più originale. Per antipasto insalata di granchio, come primo zuppa di pesce e per secondo baccalà fritto. La preparazione in questo caso richiederà un po’ di tempo soprattutto nel caso della zuppa per cui rimboccati le maniche ed armati di molta pazienza. Ora passiamo alle portate.

ANTIPASTO: insalata di granchio

1 mela, 1 limone, 2 cucchiai di maionese, lattuga, 250 gr di polpa di granchio; sale e pepe a piacimento.
Scolate la polpa di granchio e tagliatela a cubetti; aggiungeteci la maionese, un pizzico di sale, uno di pepe, il succo di limone e mescolate bene. Sistemate la lattuga sul fondo di 2 ciotoline, sistemate sopra la polpa di granchio e mettete in frigo fino al momento di servire. Dopodiché sbucciate la mela, tagliatela a dadini e versatela nelle coppette.

PRIMO: zuppa di pesce

1 kg di pesce misto: scorfano, gallinella, san pietro, pesce prete, tracina, calamari e seppie teneri, gamberi; 500 gr di cozze, 500 gr di vongole, 500 gr di polpa di pomodoro; sale, olio, peperoncino e prezzemolo a piacimento.
Pulisci tutti i pesci squamandoli, tagliando le pinne e levando le interiora. Aprili e separali dalla testa e dalla lisca. In poca acqua fai cuocere le teste e le lische per crearvi un brodetto che poi aggiungerai al resto della zuppa.
Pulisci bene le cozze e le vongole, falle cuocere in una padella con un po’ d’olio e uno spicchio d’aglio fino a quando saranno aperte; togli l’aglio se può risultarti spiacevole. Pulisci e taglia a rotelle le seppie e i calamari, e lava bene i gamberi.
In un tegame capiente fai dorare due spicchi d’aglio nell’olio, poi aggiungi la polpa di pomodoro schiacciata con la forchetta, il prezzemolo tritato fino fino, e condisci con sale e peperoncino. Gira e fai cuocere per 5 minuti; adesso aggiungi le seppie ed i calamari, lasciali cuocere per qualche minuto prima di aggiungere i pesci più teneri.
Aggiungi il brodetto di pesce che hai tenuto da parte ma prima passalo al setaccio per eliminare eventuali spine.
Gira con attenzione per non sfasciare i pesci e fai cuocere per circa 15 minuti. Prima di finire la cottura, aggiungi una parte delle cozze e delle vongole insieme al sugo di cottura. Lascia da parte il resto dei molluschi per dividerli nei vari piatti in un secondo momento.
Nel frattempo, prepara del pane tagliandolo a fette e facendolo tipo bruschetta in forno. Metti delle fette in ogni piatto (fondo), dividi i vari pesci ed appoggiali sul pane, aggiungete le cozze e le vongole che hai tenuto da parte e versaci il brodo di cottura caldo.
Ti consiglio di preparare più pane, servirlo a tavola per accompagnare la zuppa.

SECONDO: baccalà fritto

1/2 kg di baccalà, 1/2 di puntarelle, 200 gr di carote, farina; olio, sale e limone a piacimento
Lavate il baccalà che avrete messo a bagno in acqua la sera precedente, spinatelo e tagliatelo a cubetti. Passatelo nella farina, friggetelo nell’olio bollente e asciugatelo in carta assorbente. Raschiate le carote e bollitele con le puntarelle in acqua salata, poi conditele con olio e limone.