Domenica mattina ho deciso di tentare nuovamente una battuta a surfcasting in quel di Civitavecchia presso la spiaggia di Sant’Agostino. E’ la terza volta che provo quest’arenile, la prima volta è uscita solo una mormora di buona taglia mentre la seconda nonostante pescassi con il vivo, di spigole non se ne è vista l’ombra.

Le previsioni avevano previsto una perturbazione da sud che purtroppo ha ritardato di un giorno di conseguenza io, Crstian e Riccardo, ci siamo dovuti adattare a ciò che abbiamo trovato: mare quasi totalmente calmo.

Come al solito ho tentato tutte le strategie, una canna lanciata fuori alla ricerca del pascolo più esterno, e una sotto alla ricerca della spigola proprio nei pressi del gradino di risacca. Il parco esche era abbastanza ampio per l’occasione: americano, cannolicchio, moscardini.

Trabucco Cassiopea 160 grammi

Le tocche sono state praticamente inesistenti, tant’è che ho tentato anche la via dello spinning alla ricerca di qualche spigola sotto quella poca schiuma che c’era, ma nulla di nulla. Per arrivare a mollare le canne da surfcasting, che non è da me, è perché è la terza volta che mi annoio a morte! 🙂

Ho tentato per tre volte questa spiaggia, ora la conosco più a fondo e ho capito che qui in questo periodo senza le condizioni da surf bisogna accuratamente evitarla. Ora devo aspettare un’altra settimana per andare a pescare, sperando che la prossima volta le condizioni meteo siano più favorevoli e il mare più generoso.