Domanda di Antonio: “Gentilissimo, ho da porle un quesito, vorrei chiederle gentilmente come si fa a capire quando una canna è sotto stimata o sovrastimata? Le spiego meglio, la mia ha un azione di 90 170 grammi (credo pochi) posso rischiare un piombo da 200? o un piombo spike da 150 si comporta come un piombo di peso maggiore? L’ ultima volta ho avuto un problema in quanto il piombo “viaggiava” per conto suo. Con mare forte riesco a pescare con un 150 a piramide? O cosa mi consiglia (a parte l’acquisto di altre canne con grammatura maggiore che è già in programma)? Ho sempre meno tempo per andare al mare e vorrei sfruttare le poche occasioni senza intralci tecnici anche se imparo molto anche da quelli, credo che si capisca che ho iniziato da poco con questa tecnica stupenda! L’unica soddisfazione per ora sono stati dei bei saragotti. Un altro quesito che vorrei porle è se conviene avere due montature differenti per le canne in pesca. La ringrazio per l’eventuale risposta e complimenti ancora per il magnifico blog!”

Ciao Antonio, prima di tutto ti ringrazio per i complimenti e per averci contattato. Come ti ho scritto in privato, mi sembrava utile condividere con tutti agli amici del blog le tue domande, dato che sono degli argomenti ricorrenti e quindi con questo articolo possiamo consigliare tanti altri pescatori che hanno i tuoi stessi dubbi.

Come avrai già capito, le canne via di mezzo, ovvero che hanno delle grammature “tutto fare”, non ti permettono di pescare mai in modo appropriato. Una canna 90-170 grammi, non è utile per la pesca leggera ne tanto meno per il mare mosso. Il suo piombo ideale sarà sicuramente da 125 grammi, ed è un buona canna utile solo per pescare sulla lunga distanza con mare calmo o poco formato. Consiglio sempre di di non comprare canne vie di mezzo, è molto meglio avere una canna da 100 gr per la pesca leggera e una 200/250 grammi per la pesca pesante. In questo modo sei coperto in tutte le condizioni di mare.

Una canna come la tua grammatura, se montassi una piombo da 200 grammi rischi di romperla, o quanto meno non ti puoi permettere di forzare il lancio per non avere spiacevoli inconvenienti. Poi dipende anche dalla canna, stiamo parlando di una telescopica, di una tre pezzi o di una 2 pezzi?
Ti faccio un esempio pratico, ho una zziplex profile gt e il suo piombo ideale per il ground è 125 grammi, ma con lanci normali come l’above, sono arrivato a mettere fino a 175 grammi, ma qui stiamo parlando di canne tecniche. Mi faccio la fantasia che la tua sia una telescopica o una tre pezzi, di conseguenza è sempre opportuno rimanere sotto di almeno 25 grammi rispetto al limite di grammatura riportato dalla casa. 

Se il mare è mosso e devi osare una piramide da 200 grammi con la tua canna, ti consiglio di evitare di lanciarci. Puoi optare per gli spike da 150 grammi che hanno una tenuta maggiore, se anche con lo spike non riesci a tenere il fondo, puoi provare a mettere 2 piramidi da 75 grammi che hanno una tenuta di gran lunga superiore ad una singola piramide da 150. 
In caso di una forte corrente laterale, immaginiamo che spinga verso la tua destra, è buono lanciare il piombo diagonalmente verso la tua sinistra e vedrai che con molta probabilità il piombo si fermerà esattamente davanti alla tua canna e riuscirai a stare in pesca un po’ di più.

Per il resto, è sempre buono avere una strategia di pesca. Per sapere come affrontare il mare mosso a surfcasting occorre provare diverse montature e diverse distanze di pesca. Il pesce non è sempre lontano dalla riva, le migliori pescate di fanno nei primi 80 metri di solito. Il pesce va ricercato e occorre differenziare la pesca. Però ricordati sempre che nella buona riuscita di una battuta di pesca conta per un buon 80% “il quando e il dove si va a pescare” e per un 20% “come si pesca”.