Questa estate si sono svolte le olimpiadi, un evento atteso da milioni di appassionati. Una competizione che racchiude tantissimi sport tutti insieme. Vedere quegli atleti che si impegnano per raggiungere il sogno della medaglia d’oro, ti regala sempre grandissime emozioni!
Ho seguito con passione le grande sfide di Londra 2012, ma un tarlo è entrato nella mia testa. Un piccolo pensiero che via via si è trasformato in un sogno: long casting alle prossime olimpiadi.

Non ci sono grandi differenze tra questo sport e il lancio del peso o del giavellotto, l’unica è che si utilizza una canna da pesca, un mulinello e un piombo. Il lancio tecnico non è solo forza, ma anche tecnica e concentrazione. Se poi aggiungiamo la spettacolarità di quei movimenti, le canne rigide come tronchi che si piegano come fuscelli… beh al Long casting non manca proprio nulla per partecipare alle olimpiadi.

Come si svolgono le gare di long casting?

Il campo gara è solitamente a fondo erboso. Le canne utilizzate sono ripartite da pedana (non adatte alla pesca), mentre i mulinelli generalmente utilizzati sono quelli rotanti. I lanci tecnici si effettuano con diverse categorie di piombo. Quest’ ultimo dovrà cadere e conficcarsi all’interno di un cono di 30 gradi. I lanci utilizzati sono il ground, il pendolo e l’aero-ground.

Le distanze raggiunte possono superare tranquillamente i 220 metri, basti pensare che il piombo raggiunge i 400 km orari di velocità, proprio per questo bisogna adottare misure di sicurezza più che idonee. Difatti, il problema che affligge gli appassionati di questo sport è proprio quello di trovare un posto dove poterlo praticare in totale sicurezza.

Quando uno sport può essere ammesso alle olimpiadi?

Secondo il regolamento olimpico, la disciplina deve avere una sorta di universalità: quelle maschili devono essere praticate almeno in 75 paesi in 4 continenti, quelle femminili almeno in 40 paesi per 3 continenti. Sinceramente non so quanto sia sviluppata questa disciplina nel mondo, ma so che è praticata moltissimo anche in Asia oltre che in Europa e in America! Se pensiamo che dal 1900 al 1920 nel programma olimpico c’era anche il tiro alla fune, beh credo che anche il long casting possa raggiungere questa straordinaria meta, anche perché i mondiali di questa disciplina si svolgono da diverso tempo ormai.

Forse rimarrà solo un sogno questo, ma sarebbe straordinario seguire le gare di long casting alle prossime olimpiadi! Questa disciplina potrebbe avvicinare tanti giovani alla pesca, uno sport sano e avvincente!
Condividiamo questo sogno sulle nostre bacheche di facebook, facciamo girar la voce e vediamo cosa succede. Internet ha un grandissimo potere, proviamo ad utilizzarlo per una giusta causa: LONG CASTING ALLE OLIMPIADI!