Un anno sta per finire ed è tempo di bilanci per noi amanti del surfcasting. Come è stato il 2010 sotto l’aspetto delle catture? Sinceramente, per me, non è stata una grande annata: qualche soddisfazione sicuramente me la sono tolta ma se ripenso al numero dell’uscite in funzione dei pesci presi, i risultati non sono poi così straordinari. Con il mio gruppo di amici andiamo a pesca almeno una volta a settimana e, per questione di impegni lavorativi, non possiamo essere in spiaggia sempre nei momenti migliori, ciò non giustifica i pochi pesci. Ricordo poco battute memorabili: una su tutte quest’estate, a Marina di Pescia Romana, quando in tre ci siamo aggiudicati una  bella coppia di orate (una da 1 kg e 300 grammi e l’altra da 600 grammi) per poi continuare, sempre la stessa sera, con un’ infinità di ombrine ma per il resto tanti rientri a casa con il secchio vuoto. Ovviamente alla mia statistica non conteggio le uscite in Corsica, la patria del surfcasting, dove mi sono veramente divertito e dove tutto sembra essere più semplice. Comunque mi sto rendendo conto che, con il passare del tempo, diventa sempre più difficile prendere qualcosa e nonostante io sia migliorato parecchio, avendo partecipato anche a delle gare,sembra quasi che prendessi più quando ero alle prime armi. Allora mi chiedo: Cosa sta succedendo al nostro mare? Dove sono finiti i pesci? Forse si sono allontanati dalle coste? Da cosa è dovuto? Tante domande e poche risposte. Spesso sulla spiaggia mi capita di incontrare i pescatori del posto e tutti dicono la stessa identica frase “se venivi 5 anni fa era tutta un’altra storia”! A questo punto chiedo a te, che segui il nostro blog , di raccontarci il tuo bilancio annuale cosicché possiamo confrontarci, capire meglio quel che sta accadendo e immaginare cosa ci riserverà il futuro.