L’orata è uno dei pesci più ambiti degli appassionati del surfcasting, ma quel’è la migliore montatura per l’orata? Qui si apre dilemma amletico, piombo fisso o scorrevole?
Cercherò in questo articolo di fornire dei consigli utili per creare un complesso pescante adatto a catturare l’orata

Montatura piombo scorrevole

Secondo me è un montatura ottima per pescare le orate, ma è più adatta alla pesca dalle scogliere. La sua moribezza dovuto allo scorrere del filo nel piombo, rende l’esca molto naturale e riesce a oltrepassare la diffidenza dell’orate. Ma quali sono i difetti? Soffre molto le correnti e le onde del sottoriva fanno ballare molto la vetta. Altra pecca, non ci permette di raggiungere distanze di lancio importanti, a volte indispensabili per raggiungere il pascolo delle orate.

Montature da surfcasting piombo scorrevole
Montatura scorrevole

Montatura piombo fisso

Qui mi sento di giocare in casa, il long arm è la montatura che consiglio a chi ama pescare dalla spiaggia. Ci permette di fare molti metri in fase di lancio e grazie ad un terminale lungo, ci permetterà di recuperare la morbidezza del complesso pescante. Altro consiglio utile, non mettere la canna in tiro, lascia la lenza un po’ lenta.

Montature da surfcasting long arm
Montatura Long Arm

Terminale per l’orata

In questo caso tengo fede ad una regola ben precisa del surfcasting: trovare il giusto compromesso tra diametro e lunghezza del terminale, basandoci su due fattori, l’esca e lo stato del mare.

Immaginiamo di trovarci in una situazione di mare calmo, se decidessi di utilizzare l’arenicola, monterei un terminale massimo dell’0,20 lungo circa 200 cm.
Se invece utilizzassi esche più corpose come cannolicchio, bibi o granchio, essendo esche selettive e dovendo renderele il più naturali possibibli, aumenterei il diametro del terminale arrivando almeno ad uno 0,25 con una lunghezza di almene 250 cm.

Quando si fa selezione, non bisogna avere il timore di utilizzare fili più grandi, l’importante è che si renda l’esca naturale. I pesci non vedono le reti, pensa se riescono a vedere il terminale di nylon o fluorocarbon. La loro diffidenza nasce dal movimento poco naturale dell’esca.

Se desideri avere altre informazioni, ti consiglio di leggere questo interessante articolo sull’ orata.

Continua a seguirci sulla pagina di Facebook di Surfcasting Blog