In questo articolo entreremo di più nel dettaglio per capire la montatura da utilizzare per la pesca a fondo all’orata. Ma non ci limiteremo a parlare solo di eventuali travi e terminali, parleremo dell’intero complesso pescante. A partire dalla canna, mulinello, filo in bobina, trave, terminali, ami. Questo articolo ti fornirà tutto ciò che c’è da sapere per pescare l’orata a fondo dalla riva.

Canna da pesca a fondo per l’orata

Nella pesca a fondo all’orata dalla riva, spesso il lancio a lunga distanza può fare realmente la differenza consiglio l’utilizzo di una canna ripartita a tre pezzi con una potenza di lancio ideale di 125 gr. Quindi parliamo di canne con un casting massimo di 170-200 grammi.

Perché parlo di ripartita? Perché sono canne con una riserva di potenza maggiore rispetto alle telescopiche e ti permettono di fare lanci più lunghi. In oltre avendo le vette in Solid Tip (vette riportate), hanno un ottima sensibilità di pesca, esattamente come le potrebbe avere una telescopica.

Mulinelli per la pesca all’orata dalla riva

Qui la scelta è obbligata, un mulinello di taglia 14000 e vai sul sicuro. Personalmente utilizzo sempre gli Shimano, sono a mio modo di vedere i migliori mulinelli per il surfcasting. Hanno una bobina molto ampia che ti permette guadagnare qualche metro in un più qual’ora servisse. A differenza invece di quelli con le bobine coniche, che tendono a strozzare il filo e a farti perdere qualcosa.

Filo in bobina per la pesca a fondo all’orata

Come detto precedentemente spesso abbiamo bisogno di fare metri per catturare l’orata. Quindi montare fili molto spessi come uno 0,30 mm o peggio ancora uno 0,40 mm, vorrebbe dire fare lanci da 50 metri se ti dice bene. Inoltre tutto sarebbe più pesante. Questi fili così spessi, si utilizzano se peschi l’orata a fondo da una scogliera o da un molo. Qui non hai bisogno di lanciare lontano e inoltre essendoci gli scogli hai bisogno di forza la prede.

Dalla spiaggia tutto cambia. In bobina io utilizzo uno 0,18 mm ma anche uno 0,20 va più che bene, ma non andrei assolutissimamente oltre. Anche se sono diametri fini, puoi stare più che tranquillo perché non avrai alcuna difficoltà a recuperare pesci anche di taglia importante. Ti consiglio, in tal proposito, di leggere l’articolo su come recuperare un pesce senza perderlo.

Ovviamente avrai bisogno di legare alla lenza madre uno shock leader conico 0,20-0,57 mm. Altrimenti non puoi lanciare nessuno piombo.

Montatura e terminale per la pesca a fondo l’orata

Quale trave bisogna utilizzare per la pesca all’orata? In tanti utilizzano lo scorrevole, ma a mio modo di vedere la pesca a fondo, bisogno assolutissimamente utilizzare il piombo fisso. Lo scorrevole si usa prevalentemente nella pesca dalle scogliere o moli, ma non dalla spiaggia. Già ho affrontato questo discorso sulle differenze tra montatura scorrevole o fissa per l’orata, quello che posso ribadire è che se hai bisogno di fare la distanza, il piombo fisso ti aiuta molto.

Il trave più idonea per la pesca a fondo all’orata dalla riva è il long arm al quale monteremo un bel terminale lungo che va dallo 0,23 ad un massimo dello 0,30. Per sapere quale terminale utilizzare per l’orata in base all’esca, ti consiglio di leggere questo articolo.

Amo per la pesca a fondo all’orata

L’amo per l’orata deve essere robusto. Il suo apparato boccale è molto duro e i suoi denti riesco a spaccare una cozza senza alcuna difficoltà. Anche se utilizzi un’esca come l’arenicola, cerca una amo comunque adeguato all’esca massimo del 10 ma che abbia comunque un “filo” spesso. Scegli sempre ami di qualità e sopratutto non riutilizzare quelli della volta precedente, a meno che non hai avuto cura di lavarli bene con acqua naturale.