In questo articolo dedicato alla mormora, ti spiegherò quali sono i travi e i terminali migliori da utilizzare nella pesca a fondo dalla riva. Avrai già letto il precedente articolo dove si parla dell’assetto pescante e dei momenti migliori per insidiare la mormora. Se non l’avessi ancora fatto, ti consiglio di leggerli.

Trave migliore per la pesca a fondo alla mormora

La scelta del trave è un punto cruciale per fare delle catture, ed alcuni di essi sono specifici per la cattura di alcuni pesci. Per me senza ombra di dubbio, il trave da utilizzare per insidiare la mormora è quello denominato “bandiera”.

travi e terminali per la mormora
Trave e terminale per la mormora

La lunghezza del trave ovviamente è strettamente correlata alla lunghezza del terminale. Nell’immagine riporto una lunghezza di 180 cm, quindi la lunghezza massima dei due terminale potrà essere 160 cm. L’importante è che la lunghezza del terminale alto si fermi un centimetro prima dello snodo sotto. Per le mormora sarà sufficiente un trave lungo 120 cm a due snodi. Uno a un paio di centimetri dall’asola e uno a cinque centimetri dal piombo.

Lo spessore del diametro dovrà essere correlato in base al piombo che si vuole utilizzare. Se peschiamo le mormore a Beach Ledgernig, potrai utilizzare un filo dell’0,30 mm e lanciare senza problemi piombi da 75 grammi a tutta forza. Se invece vuoi usare piombi da 100 gr allora puoi passare ad uno 0,40 mm, se invece vuoi utilizzare piombi da 125gr a salire, vai con uno 0,50 mm.

Terminali per la mormora

Dopo aver parlato dei travi possiamo parlare dei terminali per la mormora. Prima di tutto partiamo dal diametro e dire che può variare da uno 0,14 mm ad un massimo dell’0,20 mm e non oltre ad eccezione di un paio di casi, ma ne parlerò dopo.
Diciamo che ti consiglio di utilizzare uno 0,18 mm e non sbagli. La lunghezza può variar da 70 cm fino ad un massimo di 120 cm. Di base ti consiglio 100 cm. Ti accorgi o ti allunghi se non vedi abboccate. A volte il terminale più corta fa la differenza.

Invece si può salire di diametro di terminale nel caso ci sia corrente laterale e per evitar garbugli aumenti lo spessore. Per quanto l’innesco dell’arenicola, esca principale per la mormora, sarà più complesso. C’è anche un altro motivo che potrebbe aver bisogno di un aumento di diametro. Per quanto non sia scientificamente provato (ma cosa lo è nella pesca), in caso di presenza di piccole mormore, aumentare il diametro può fare la differenza. Lo dico per esperienza personale. Mi è capitato più volte di adottare questo sistema e riuscire a tirare fuori dal pascolo, la mormorona di taglia. Provare per credere.

Quale amo utilizzare per la mormora?

Come sempre deve essere proporzionato all’esca. Dato che per lo più si utilizza l’arenicola, consiglio ami a gambo lungo come adesempio gli Aberdeen dal 14 al 10. Non oltre mi raccomando. Ricorda che l’esca deve presentarsi il più naturale possibile e un amo troppo grosso, insospettirebbe troppo il pesce.