Finalmente le belle giornate sostituiscono definitivamente la pazza variabilità di Marzo e nel mirino degli amanti del surfcasting ci sono le orate. Lo sparide è uno dei pesci più ambiti dai pescatori sia per la delizia delle sue carni ma soprattutto per la soddisfazione di pescarlo. E’ uno dei pesci più combattivi. La sua potenza è straordinaria specialmente se abbiamo a che fare con un esemplare di taglia. Sicuramente Maggio è un ottimo mese per insidiarla surfcasting.
Con l’arrivo dell’ alta pressione gli avvistamenti dello sparide sono sempre più frequenti. La maggior parte delle catture arrivano tra l’alba alle ore più calde. Con il passare del tempo le tocche arriveranno anche durante la notte,  a causa dell’arrivo dei bagnanti.

Surfcasting Maggio allo orata

Comunque l’orata non è un pesce semplice da smaliziare in quanto è molto sospettosa, di conseguenza rendere l’esca del tutto naturale sarà la chiave giusta per riuscire a catturarla. Le montature che suggerisco sono: con il piombo scorrevole con un terminale di un metro dello 0.25, con piombo fisso invece montare uno snodo a 15 cm dallo stesso con un terminale dello 0.25 di un paio di metri.

Con le esche ci possiamo sbizzarrire in quanto abbocca un po’ a tutto, dall’arenicola  al koreano, dall’americano al bibi o al cannolicchio, possibilmente con il guscio. Per l’orata di taglia, sicuramente il granchio è l’esca più insidiosa da preporre e se non sai come procurarteli, ti consiglio di leggere quest’articolo

Pesca dalla spiaggia a Maggio, quali pesci insidiare? 

Il mese di maggio è ottimo anche per catturare le mormore a surfcasting e non solo. Si attivano tutti quei pesci di galla che posso fare da contorno ad un divertente pescata. Questo è il mese delle leccie stella di belle dimensioni e sono dei pesci divertenti, idem per i sugherelli. Qui consiglio sempre un trave da 150 cm, con doppio bracciolo da circa un metro dello 0,16. Per le stella massimo un metro con coreano e pop-up e devi cercarle di solito nei primi 40-50 metri, poi dipende dagli spot, a volte anche sulla lunga distanza. Mangiano fino a che il sole non cala, dopo di che è difficile che abbocchino al tuo amo. 

Pesca dalla spiaggia ai sugheri

Per i sugherelli invece consiglio sempre un trave da 150 cm, ma con il bracciolo alto da 140 cm, pop-up rosso e coreano. Abbocca quai esclusivamente di notte, dopo almeno un paio d’ore dal tramonto. Solitamente lo catturo mettendo 125 grammi di piombo sparati al massimo della distanza.