La Plage de Saleccia in modo assoluto è la spiaggia più bella e suggestiva della Corsica! Si raggiunge solo dopo aver percorso 12 km di sterrato attraverso il deserto delle Agriates, risulta quindi necessaria una jeep a meno che non si voglia distruggere la propria auto. Dopo un ora di viaggio, tra buche e colline, si arriva al paradiso. Trovare le parole per descrivere i miei ricordi e le mie sensazione vi assicuro che risulta assai difficile… provate ad immaginare una spiaggia caraibica, un tappeto di sabbia bianca dai granelli finissimi ed un mare che contiene tutte le tonalità del blu. Il degrado del fondale è medio, a 100 metri dalla riva già ci sono oltre i 3-4 metri di profondità.
Quella battuta di pesca è stata in assoluto la più emozionante della mia vita. Il primo lancio è stato effettuato in largo anticipo rispetto a qualsiasi altra spiaggia affollata, complice il deserto stesso; la gran parte dei bagnanti aveva preferito smontare le tende nel tardo pomeriggio-prima serata al fine di compiere il viaggio di ritorno con la luce del sole. A rimanere furono coloro che alloggiavano al Camping “u paradisu“, affacciato proprio sulla Plage de Saleccia, ed alcune imbarcazioni ancorate a 150 metri da riva.
La serata partì alla grande: primo lancio con koreano con pop-up, canna in tiro, tempo di girarmi e il filo… totalmente allentato! Ho recuperato rapidamente e ferrato, ne seguì una divertente lotta con una leccia stella di 6 etti. Con il sopraggiungere della notte iniziarono a mangiare mormore da 500 grammi circa, oratelle e saraghi. Purtroppo eravamo provvisti di poche esche, a causa del costo elevato degli anellidi in Corsica, tanto da dover rallentare il ritmo. Il piatto forte tuttavia doveva ancora arrivare. Verso le due e mezza il cimino della mia canna ha cominciato a flettersi ripetutamente e un po’ insonnolito intrapresi l’azione di recupero, mi resi subito conto che s’era attaccato un bel pesce. Sono riuscito a portarlo sotto riva, quando cominciò a farmi suonare la frizione, sembrava indiavolato e non ne voleva sapere di uscire dall’acqua. Ero molto concentrato e speranzoso di tirarlo fuori senza alcun intoppo, curioso di sapere di cosa si trattasse. Finalmente si era stancato ed insieme all’onda che sbatteva sulla riva uscì una bellissima spigola da 1 chilo e 100 grammi! Vi lascio immaginare la mia felicità, una serata così non potrò mai dimenticarla. L’indomani all’alba tornammo al nostro campeggio carichi di 4 chili di pesci, pochi di numero ma ottimi di peso: quattro mormore da 500 g, una leccia stella di 600 g, un orata da 300 g, un sarago da 200 g e la Spigola da 1100 g.
Se avete la fortuna di visitare la Corsica, la Saleccia è sicuramente un posto che dovete a tutti costi ammirare, una meraviglia da cartolina. E se siete arrivati fin lì dopo 12 km di sterrato, mi raccomando, non dimenticatevi di portare le canne!

[google-map-v3 width=”550″ height=”350″ zoom=”12″ maptype=”roadmap” mapalign=”center” directionhint=”false” language=”it” poweredby=”false” maptypecontrol=”true” pancontrol=”true” zoomcontrol=”true” scalecontrol=”true” streetviewcontrol=”true” scrollwheelcontrol=”false” draggable=”true” tiltfourtyfive=”false” addmarkermashupbubble=”false” addmarkermashupbubble=”false” addmarkerlist=”42.726272,9.203453{}1-default.png{}Plage de Saleccia” bubbleautopan=”true” showbike=”false” showtraffic=”false” showpanoramio=”false”]