Sabaudia è un ottimo spot per il surfcasting nel lazio. Si trova in  provincia di Latina, si raggiunge da Roma percorrendo il G.R.A. uscendo alla 26: proseguire sulla Pontina in direzione Latina fino all’uscita di Sabaudia. Da qui in poi seguirete le indicazioni per il mare che vi condurranno sul “lungomare di Sabaudia“. Tra uno stabilimento e l’altro ci sono alcune entrate libere per la spiaggia, tra queste una è vicino ad una postazione militare all’interno di uno spiazzale che da sul mare: solitamente è il punto che prediligo.

Pesca a fondo dalla riva a Sabaudia

Come itinerario per il surfcasting è ottimo per la ricerca della mormora, nel periodo estivo, visto il fondale molto basso ma è anche buono per la ricerca dell’orata, anche se per incontrare lo sparide serviranno lanci con lunga gittata. Presenti i pesci a galla tipici della stagione estiva come le aguglie e le lecce stella, possibile anche l’incontro con i pesci serra. Qui l’arenicola fa da padrona se vogliamo portare a casa un bel carniere di mormore. Sinceramente, nel periodo invernale non ho mai frequentato queste spiagge ritenendo molto più prolifici altri hot spot come Terracina, dove la presenza delle spigole si fa molto sentire duranti i mesi più freddi.

Surfcasting a Sabaudia nel Lazio

Nel periodo invernale è uno spot ottimo per catture le spigole. Essendoci molti canali che sfociano al mare, le probabilità di incontrare la regina dell’inverno è molto alta. Un’esca ottima per insidiarla in questa zona è il cannolicchio nostrano. C’è anche la possibilità durante le scadute di scirocco di fare orate da sogno a 30 metri dalla riva. Piramide da 150 gr e un long arm con bracciolo di un paio di metri dello 0,25 a salire. Con lo stesso complesso pescante puoi fare orate e spigole, direi non male.