L’inverno è arrivato e con esso le prime mareggiate. La temperatura dell’acqua diventa sempre più fredda e la caccia alla regina è aperta. Ma dove lanciare l’esca per catturare la spigola?

Come già spiegato, il surfcasting non è arrivare in spiaggia, posizionarsi dove capita e lanciare l’esca a casaccio. Bisogna sceglier un spot idoneo per la spigola, studiare il mare di fronte e solo dopo inziare a pescare.

Prima di capire dove lanciare l’esca per catturare la spigola, facciamo un breve riepilogo sugli hot spot e le condizioni meteo-marine migliori per cattuare la spigola.

Hot spot per la spigola

Senza alcun dubbio le zone miglior sono quelle limitrofe alle foci, perché è proprio qui che gli esemplari femmine depongono le uova e i maschi vengono per la fecondazione. Quindi la foce di un fiume o di un canale, sono dei punti chiave per catturare la spigola a surfcasting.

Condizioni Meteo-Marine

La spigola predilige cacciare con il mare mosso, che sia montante o scaduta, il momento è sempre buono, soprattutto nei cambi di marea. Insidiare la spigola con il mare calmo è molto difficile anche usando il vivo, poi tutto è possibile ma non è di certo consigliato.
Anche la pioggia e freddo sono dei buoni alleati per catturare la spigola a surfcasting, quindi bisogna armarsi di un buona tuta terminca e di un ottimo anti-pioggia, prima di partire per l’avventura.

Dove lanciare l’esca per catturare la spigola?

Solitamente la spigola caccia tra il canalone del sotto riva e la prima secca, quindi parliamo dei primi 20 metri di mare. A volte preferiscono sostare nascoste sotto la schiuma della prima secca, per sferrare attacchi alle prede che passano nel canalone sotto di essa. In altri casi cacciano nascote nel primo canalone proprio a ridosso della secca e sferrano attacchi alle prede che le passano sopra.

Montature consigliate per la spigola

Basandomi su quanto sopra ho scritto, se decidessi di cercarla nel primo canalone, mi immagino la spigola piantata sul fondale, che caccia dal basso verso l’alto, quindi utilizzerei un short rovesciato. Questa montatura mi permette di staccare l’esca dal fondo.

Se invece decidessi di pescarla sulla seccha, un long arm mi sembra più adatto perché presumo che la spigola cacci dalla secca verso il canalone, ovvero dall’alto verso il basso.
Queste ovviamente sono delle mie detuzioni e non una verità assoluta.

Continua a seguirci sulla nostra pagina di Facebook.