Per la buon riuscita di una battuta di surfcasting, bisogna sapere cogliere le condizioni meteo giuste. Esistono diversi siti per le previsioni, più o meno attendibili, ma se non si ha la capacità di interpretarli allora tanto vale non guardarli.

Troppe volte parlo con pescatori che lamentano l’inesattezza delle previsioni, soprattutto riguardo i metri d’onda. Quante volte hai letto 140 cm d’onda e poi hai trovato il mare piatto? E’ una previsione sbagliata oppure ci siamo affidati ad un dato non rilevante?

Voglio spiegare una volta per tutte che i centimetri d’onda che leggiamo sulle previsioni, si riferiscono a ciò che accade a largo e non a riva. Mettiamoci in testa che solo alcuni venti incidono sul moto ondoso nel sotto costa.
Prendendo come esempio la costa laziale, bisogna sapere che i venti che creano mare da Surfcasting sono Libeccio, Scirocco e il Maestrale (anche se spesso in tono minore). Se soffiano 40 nodi di Tramontana o Grecale state pur certi che a riva il mare sarà una tavola, mentre guardando verso l’orizzonte noterai che a largo le acque sono super agitate. Questo cosa ti fa capire? Semplice, il vento di Tramontana incide sul moto ondoso esclusivamente a largo. In questo caso, sicuramente ci sarà mare mosso sulla costa orientale della Sardegna. Capire tutto ciò, ti permetterà di trovare le condi-surf con più semplicità.

Per affinare la mira, bisogna memorizzare l’esposizione ai venti di una spiaggia, ovvero ricordare quali di essi creano un sufficiente moto ondoso. Se hai poca memoria, appuntalo. Con questo stratagemma, dopo anni di esperienza, ho la capacità di immaginare il mare che troverò, semplicemente leggendo la provenienza del vento e la velocità di esso.
Un’altra forma di aiuto, possono essere le webcam piazzate in alcuni arenili, visibili attraverso siti internet come, ad esempio, www.vedetta.org.

Altro consiglio spassionato, per riuscire a pescare con il mare scaduta bisogna sempre anticipare i tempi rispetto alle previsioni. Se riportano che ad esempio, il vento di scirocco inizia a diminuire alle 16:00 di pomeriggio, cerca di essere in spiaggia almeno tre ore prima, perché rischi di arrivare quando i giochi sono ormai finiti.

A questo punto, ricapitoliamo come leggere le previsioni meteo per trovare le condizioni giuste per il surfcasting:

  • Non affidarsi ai centimetri d’onda
  • Osservare la provenienza dei venti e i nodi
  • Memorizzare l’esposizione delle spiagge ai venti
  • Consultare le webcam
  • Anticipare la scaduta