Credo che ogni surfcaster si sia posto una domanda durante le sue battute notturne: la Luna influisce la mia pescata?
Questa domanda non ha una risposta ben precisa e qui ci sono due correnti di pensiero totalmente opposte. C’è chi pensa che la luna sia un elemento molto importante per la pesca contro chi crede che non ha alcuna importanza la sua presenza.

Secondo me il dubbio atroce si accende ancora di più nelle notti senza il nostro amato satellite. Quando influisce l’assenza della Luna? O ancora meglio, come devo pescare quando c’è l’assenza di luna? 

Cerchiamo di capire innanzitutto quali sono i sensi che utilizzano i vari pinnuti per la ricerca del cibo.

mormora

Olfatto

Ogni pesce sfrutta questo senso per percepire la presenza di sostanze organiche e inorganiche di cui cibarsi.

Linea laterale

Questo senso appartieni ai predatori che attraverso la linea laterale riescono a percepire le vibrazioni delle varie prede specialmente quelle in difficoltà.

Vista

La vista è uno dei sensi più importanti e che forse diamo troppo per scontato. E quando la luna è assente questo senso tende ad essere quasi inutilizzato dai pesci. Immagina di entrare in cucina a luce spenta e ti trovare solo attraverso l’olfatto un bella piatto di spaghetti con le vongole, sarebbe così semplice? Lo stesso accade ai pesci. Quindi bisogna trovare un modo per attivare questo senso anche nell’oscurità della notte.

Le soluzioni sono diverse. Si possono utilizzare delle esche bianche come il cannolicchio o le striscioline di seppia o calamaro che nella acqua sono fosforescenti.

cannolicchio

Si possono applicare dei flotter fluorescenti per la pesca a galla. Oppure esistono dei prodotti da applicare sull’esca che la rendono fluorescente.

fllotter

Con questi tre escamotage riusciremo a incrementare i risultati durante le notturne senza luna. Ovviamente non è un obbligo tutto ciò, ma la sperimentazione e la diversificazione nella pesca è un elemento fondamentale per fare qualche cattura in più! 😀