Quando la perturbazione arriva, il mare risponde e da il via alle tre fasi della mareggiata: montante, costante, scaduta.
In questi periodi dove si trovano i pesci? Sono nel sotto riva o sulla lunga distanza? E quali sono i pinnuti che si possono insidiare?

Avere una risposta per ciascuna di queste domande è un fattore determinante per l’esisto di una battuta di surfcasting. Purtroppo non sono cose semplicissime da spiegare ma nei prossimi articoli cercheremo di farlo con l’ausilio di alcune immagini, cercando così di essere il più esaustivi possibili.

Ovviamente nelle immagini che vedrai c’è la mia lettura del mare, quella lettura che in quella determinata situazione mi ha portato a discreti risultati. Non è stato semplice arrivare ad avere una capacità di lettura del mare e nonostante sono passati anni, so che ho ancora molto da impare. Quel poco che so però l’ho sempre condiviso, sperando di poter aiutare qualche altro surfcaster a fare passi più rapidi verso una conoscienza più globale.

Nei prossimi articoli parleremo proprio di come affrontare il mare in fase montante, costante e scaduta. Sono tre momenti molto diversi, dove anche i pesci hanno dei comportamenti ben diversi. Ogni fase ha bisogno di un attento studio e spesso il tempo non è dalla nostra parte. A volte il momento buono si racchiude in un paio d’ore di surfcasting, quindi bisogna essere molto preparati per non perdere delle occasioni.

Ricorda sempre che non bisogna mai essere frettolosi quando si sceglie una postazione, ne tanto meno essere pigri e non raggiungere un posto che a sensazione ti sembra migliore. Osserva sempre attentamente il mare, la riva, le onde, i canoloni, le secche. E solo quando sei convinto del punto davanti a te prepara l’attrezzatura e inizia a pescare.

Siamo pronti per approfondire le tre fasi della mareggiata. Partiremo subito con la prima fase, clicca sul link qui sotto e continua a leggere.

MARE MONTANTE>>>

Iscriviti alla nostra pagina di Facebook